Come fa il Viagra ad avviare il processo di erezione

L’aumento della quantità del sangue che arriva nel pene causa l’erezione. Le vene che si trovano nei corpi cavernosi e nel corpo spongioso si riempiono di sangue. Il pene si gonfia e si allunga fino al completo riempimento delle vene con il sangue.
Contemporaneamente i muscoli ischio-cavernosi si contraggono e portano al restringimento della base del pene, impedendo così al sangue di fluire via. Di conseguenza, durante questa fase il sangue non affluisce più ed anche il processo urinario viene ostruito.

Se la fase della contrazione dei muscoli ischio-cavernosi durasse più a lungo, si avrebbe il pericolo della necrosi dei tessuti dell’organo riproduttore. Tuttavia, questa fase non è così duratura e si protrae per 5-15 minuti.
Quando avviene la contrazione del muscolo che passa lungo l’appendice del testicolo, la prostata ed il funicolo spermatico, avviene l’eiaculazione. Durante questo process il liquido seminale viene spinto nell’uretra. Il reflusso del liquido viene ostacolato dalla contrazione del collo della vescica, mentre i muscoli del pene cominciano a contrarsi bruscamente e ritmicamente.

L’erezione perde progressivamente forza dopo il rilassamento dei muscoli del pene, causato dal reflusso del sangue dalle vene. Per ottenere un’altra erezione sono necessari dai 15 minuti alle 3 ore. A seconda delle condizioni di salute e delle particolari condizioni dell’organismo, questo processo può richiedere più tempo.
Dato che, si tratta in primo luogo di una reazione ad eccitanti, bisogna capire che con l’aumentare dell’età il processo comincia a richiedere relativamente più tempo.

Ogni uomo che si preoccupi della sua salute sessuale, vorrebbe sapere cosa può peggiorare la sua erezione.  Esaurimenti nervosi e depressione certamente influisce sull’erezione, dato che un sistema nervoso in salute è fondamentale per una vita sessuale appagante.
Anche l’eccessivo consumo di alcol porta all’indebolimento dell’erezione. Così come il consumo di sostanze stupefacenti. Alle malattie che diminuiscono la forza dell’erezione si possono aggiungere il diabete, la sclerosi delle articolazioni, la prostatite ed alcune malattie ormonali.

Tuttavia, tutte queste cause che influiscono sull’abilità di avere un’erezione hanno un carattere temporale, o sono facilmente superabili grazie ad alcuni farmaci.

Sembra quasi surreale che un uomo in salute, con un elevato numero di ormoni e, quindi, con un alto desiderio sessuale, soffra di impotenza o abbia un erezione debole.

In questo caso può venire in aiuto il Viagra o il Sildenafil, che fa parte degli elementi contenuti nelle alternative a questo farmaco. Proprio il Sildenafil dovrebbe agire non solo sui vasi sanguigni, muscoli e corpi cavernosi del pene, ma anche sullo stato psico-emozionale.
Infatti, secondo il parere di molti specialisti nell’area delle psicopatologie, il Sildenafil è in grado di aiutare a rafforzare l’erezione anche nei casi in cui i problemi dei vasi sanguigni siano correlati con aspetti psicologici.

Gli uomini, che fanno uso di viagra, cominciano a credere di più in se stessi e nelle proprie possibilità. Il fattore psicologico non causa più problemi e paure di fare brutte figure.
Per questo motivo, il suddetto farmaco viene consigliato già dopo i primi campanelli d’allarme legati all’erezione, per far si che il problema non peggiori. Dato che all’uomo può bastare una sola prestazione non andata in porto per far partire il processo psicologico…